Sesso vietato a tutti i minori di 18 anni: fino a 7 anni di carcere

Addio amori adolescenziali: in India è stata approvata un’assurda legge secondo la quale il sesso diventa vietato ai minori di 18 anni. Proprio così: se hai meno di 18 anni, non puoi fare sesso, neppure con un minorenne come te. Ai trasgressori sarà attribuito il reato di stupro, con pene fino ai sette anni di carcere. Il governo indiano giustifica l’emanazione di una legge tanto reazionaria con la necessità di combattere lo sfruttamento sessuale dei bambini indiani, sempre più diffuso in India.

Giustificazione che ha convinto ben pochi: sfruttamento dei bambini e sesso fra due 17enni sono due cose tanto diverse quanto un tempio indù e un McDonald.

L’età del consenso in India era precedentemente fissata ai 16 anni. La nuova legge ridefinisce anche il concetto di “stupro”: non è punibile soltanto la penetrazione vaginale, ma qualsiasi altro tipo di penetrazione, orale o anale, anche se condotta con un oggetto esterno o una parte del corpo, come ad esempio le mani o la lingua. I teenagers indiani dovranno insomma accontentarsi di bacetti a stampo: quelli alla francese possono spedirti dritto in carcere, dalle parti del Gange!

Redazione Italiano



Accedi