Quarto Grado anticipazioni: puntata di stasera 2 Marzo 2012

Questa sera, 2 marzo 2012, un nuovo appuntamento con il programma condotto da Salvo Sottile, “Quarto Grado”, in onda su Retequattro, in diretta dal centro Palatino di Roma alle ore 21.10. Dopo il sopralluogo dei Ris a casa di Roberta Ragusa, la donna scomparsa dalla sua casa di San Giuliano Terme (in provincia di Pisa), nella notte tra il 13 e il 14 gennaio, “Quarto Grado” torna ad occuparsi di questa misteriosa sparizione. Al momento non risulta nessun indagato, ma testimonianze di amici e parenti gettano ombre sul marito della donna.

Il conduttore di Quarto Grado parlerà anche di Mariella Cimò, una donna di 72 anni di San Gregorio di Catania di cui, dal 25 agosto 2011, non si hanno più notizie. Quel giorno, la donna avrebbe avuto una discussione con il marito, che al momento risulta indagato per omicidio. Nel corso della puntata, il settimanale di Retequattro riferirà alcune novità sul naufragio della Concordia, che sveleranno, incrociando vari documenti, diverse bugie raccontate su quanto accaduto quella notte.

A seguito della riapertura, da parte della magistratura britannica, del caso di Oki Shin – una ragazza uccisa a coltellate non lontano l’abitazione di Danilo Restivo, in Inghilterra – “Quarto Grado” torna ad accendere i riflettori sull’assassino di Elisa Claps e di Heather Barnett. Si profila l’ipotesi che la donna coreana sia un’altra vittima del pluriomicida potentino. Infine Sottile, con Sabrina Scampini, aggiornerà i telespettatori sugli sviluppi del caso Rea, in cui pochi giorni fa sono stati negati gli arresti domiciliari a Salvatore Parolisi, ancora unico indagato dell’omicidio della moglie.

Un fattore molto importante è il fatto che anche la piccola Vittoria, la bimba di 2 anni, figlia di Melania e Salvatore, si schiererà parte civile nel processo; naturalmente, attraverso i nonni materni, che ne hanno l’affidamento. “Quarto Grado” è un programma firmato da Videonews, testata diretta da Claudio Brachino, a cura di Siria Magri, Sabrina Scampini e Salvo Sottile. Alla regia, Dario Calleri. Produzione esecutiva di Simona Lazzarini.

Francesca Bruti



Accedi