Visitare la Sardegna da Nord a Sud

Il viaggio in Sardegna è un sogno che accomuna molti italiani e turisti stranieri. La Sardegna è il luogo turistico per eccellenza, che fa vivere tante emozioni in pochi giorni e dove migliaia di turisti ogni anno si ritrovano per passare le loro vacanze all’insegna del divertimento, della natura e del relax.

 

Per visitare la Sardegna in ogni sua sfaccettatura, è bene organizzare un viaggio che permette di girare da Nord a Sud, dalle coste dell’est a quelle dell’ovest, perché l’Isola regala numerosi luoghi da vedere e da godere.

 

La Sardegna merita di essere visitata perché è una delle poche regioni al mondo in grado di garantire così tante diverse atmosfere in un unico luogo: dalle spiagge tutte differenti, al mare che cambia diverse tonalità, ai paesaggi montuosi e marittimi. La sua storia e le sue tradizioni sono un mix di tutti i popoli che hanno invaso l’Isola in antichità, una storia che ancora oggi è raccontata dai numerosi monumenti sparsi nelle diverse città.

 

Cosa vedere in Sardegna: le mete più apprezzate

 

Visitare la Sardegna non è difficile, soprattutto se si ha a disposizione l’auto. Economicamente, è consigliato prendere un traghetto e dirigersi verso il Porto di Olbia, se si vuole visitare la Sardegna dal Nord per poi scendere verso i luoghi più famosi del Sud.

 

Tra i posti della Sardegna indicati tra i più belli elenchiamo i luoghi della Sardegna del Nord: l’Arcipelago della Maddalena, la Costa Smeralda, Il Parco dell’Asinara e Santa Teresa di Gallura.

L’Arcipelago della Maddalena è un paradiso che comprende un totale di 62 isole, di cui solo 2 abitate: La Maddalena e Caprera. Tutte le isole dell’arcipelago sono bagnate da un mare favoloso, da spiagge e calette nascoste dove tuffarsi e passare giornate in relax. Le più famose sono la Spiaggia Rosa e Cala Spalmatore.

 

La Costa Smeralda è il luogo più famoso della Sardegna in riferimento al divertimento e alle vacanze “da lusso”. È uno splendido tratto di costa che parte dal Golfo di Arzachena fino al Golfo di Aranci, con oltre 20 chilometri di spiagge e calette. Il cuore di questo splendido luogo è Porto Cervo, un piccolo borgo di mare frequentato da personaggi famosi di tutto il mondo, ricco di locali e boutique di lusso, hotel straordinariamente belli e le incantevoli spiagge come il Grande Pevero, il Piccolo Pevero e Cala Capriccioli.

 

Il Parco dell’Asinara si trova verso nord-ovest ed è un’area marina protetta che si estende per oltre 50 km quadrati. Qui, è possibile trovare diverse spiagge paradisiache, come Cala dei Detenuti, Cala Giordano e Punta Sabina.

 

Cosa vedere nella Sardegna del Sud

 

Tra gli incantevoli luoghi da visitare nella Sardegna del sud troviamo Cagliari, il capoluogo della regione, che offre numerose attrazioni storiche, artistiche e naturalistiche. La sua storia è ancora oggi raccontata perfettamente nei suoi palazzi, nelle chiese, nei suoi musei e con siti archeologici.

A Cagliari è possibile visitare la Cittadella, il quartiere medievale, il Quartiere La Marina, ricco di botteghe, mercati e gli antichi siti archeologici, tra cui lo straordinario Anfiteatro Romano. Da non perdere i Bastioni di Saint Remy, costruiti a fine ottocento, la splendida Cattedrale di Santa Maria e il Santuario di Bonaria.

 

Sant’Antioco è un paradiso naturale situato lontano dalla folla, un vero gioiello dell’isola che comprende numerose spiagge immerse nella natura selvatica come Portixeddu, Cala Sapone, Cala della Signora e Capo Sperone. Un luogo ricco di testimonianze storiche di grande valore che meritano di essere visitate e vissute.

 

Continuando il tour nel sud della Sardegna, è impossibile non soffermarsi nella paradisiaca Costa Rei, uno spettacolare tratto di costa caratterizzato da un numero infinito di spiagge degne di essere rappresentate in cartolina per il loro mare turchese e le distese di sabbia caraibica.

 

A soli 30 km da Cagliari, si trova Pula, una cittadina utilizzata come base per raggiungere altri luoghi nel sud della Sardegna. Da qui si può raggiungere lo straordinario Sito Archeologico di Nora, che in antichità fu una delle più potenti città della Sardegna, e attualmente comprende ancora l’antico teatro romano.